RITORNO

Con le ali rattoppate volo

su questa terra fredda e dura

dove la notte divora la luce

e ricopre di ombre l’orizzonte.

Sembro un’immagine distorta

ma non vivo i miei sogni tra tentativi e speranze,

danzo sullo scintillio di uno specchio

per dissipare l’oscurità che mi ha sommersa.

Ho imparato a distruggere a pezzi le illusioni,

le ferite oramai guarite

sono solo linee geometriche

che ricoprono l’anima.

Ritorno a volare sul mio silenzio

imbrattato di oro e argento,

 è diventato un giardino incantato

non più schiavo dei pensieri

in cerca di forme e delimitazioni

Ma divento gravità per tornare alla terra

nella lacrima naufraga dell’oceano delle certezze.

©Regina Resta 2016



 

   
   Webzine di Regina Resta
email: reginaresta@libero.it
verbumlandia@libero.it
  Site Map